Quando la comunicazione porta ad una crisi di coppia

comunicazione crisi di coppia

Sovente, quando ci si conosce poco e si cerca di mettere le basi della relazione oppure dopo molti anni di frequentazione, capita di trovarsi in piena crisi di coppia.

Ma perché succede questo?

La crisi di coppia può essere originata da molti fattori, quali ad esempio le discussioni sulle famiglia d’origine, l’organizzazione rispetto ai figli, una diversa visione del mondo ma il fattore principale è sovente la comunicazione disfunzionale.
Per disfunzionale si intende tutto ciò che porta ad allontanarsi e non mettersi in discussione fino a creare una vera e propria crisi di coppia basata sull’intolleranza e sulle incomprensioni.

Le modalità disfunzionali più comuni sono:

– la critica, ovvero il rivolgere degli attacchi mirati verso il partner, ad esempio rispetto a dei suoi comportamenti ritenuti sbagliati;
– il disprezzo, cioè utilizzare verbalmente o analogicamente dei comportamenti svalutanti e offensivi verso il partner o verso qualcosa a cui lui tiene;
– lo stare sulla difensiva, è un meccanismo automatico che si mette in atto per proteggersi ed evitare di mettersi in discussione che però porta a far sentire l’altro sempre sbagliato e fuori posto;
– l’ostruzionismo, ovvero il rifiuto nel fornire risposte. Questo significa tacere quando vengono poste delle domande o più semplicemente non fornire considerazione al proprio partner così screditandolo e rischiando di aumentare la sua rabbia (componente spesso presente nei periodi di crisi).

Uscire dal circolo vizioso

Per uscire da questo circolo vizioso è opportuno imparare ad utilizzare una comunicazione funzionale, ovvero atta al mettersi in discussione al fine di dichiarare e affrontare i problemi liberandosi così del peso del silenzio. Ecco alcuni atteggiamenti utili da provare a mettere in atto:
– la gratitudine, ovvero l’evidenziare positivamente i piccoli gesti o avvenimenti quotidiani fatti dal partner nei propri confronti;
– l’ascolto attivo dell’Altro, mostrare interesse e comprensione verso i suoi vissuti;
– imparare a discutere. Può sembrare paradossale ma una vita di coppia serena è garantita anche dal litigare bene cioè ascoltando il punto di vista dell’altro ed esponendo il proprio tentando di trovare un compromesso, una soluzione che renda complici i partner;
– chiedere aiuto è fondamentale, sia nel caso non riusciate in autonomia a rendere funzionale la vostra comunicazione sia se nella crisi di coppia vi rendeste conto di avere anche altri temi importanti che vi fanno sentire in trappola (se senti di averne bisogno, contattaci).

Alcune figure importanti in questo percorso sono lo psicologo per aiutarvi ad elaborare i vissuti personali e ritrovare un equilibrio di coppia, il mediatore familiare  prendeste la decisione di separavi e il pedagogista qualora vi siano minori.

Dott.ssa Bertolino Alice
Studio Psi & co.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.