Articoli

Separarsi tutelando i figli in mediazione familiare

Separarsi tutelando i figli in la mediazione familiare

Come separarsi tutelando i figli? Le coppie in fase di separazione possono sentirsi sfiduciate: separare la funzione coniugale da quella genitoriale è un arduo compito e si rischia spesso di non riuscire a preservare i legami affettivi.

In realtà, il conflitto, se gestito in maniera adeguata può diventare una risorsa di cambiamento e portare alla nascita di nuovi equilibri. La mediazione familiare muovendosi in questa direzione aiuta la coppia a separarsi tutelando i figli.

La mediazione familiare, si annovera tra gli ADR (risoluzione alternative alle controversie) come percorso di riorganizzazione delle relazioni familiari, prima, in seguito, durante una separazione o un divorzio.

Separazione e Figli

Durante la separazione spesso capita che le parti, prese dai rancori si dimentichino di dare le giuste attenzioni ai figli mettendoli in ombra.

Per i figli, la separazione rappresenta un potenziale attacco alla propria sicurezza. Non è tanto la separazione in sé a provocare eventuali danni ai figli, quanto le modalità della separazione.

Durante questa fase i figli attraversano un periodo di insicurezza e di infelicità, ma se ricevono supporto e rassicurazione, la maggior parte di loro sarà in grado di ritrovare l’equilibrio.

La presenza in casa di un ostico e continuo conflitto tra i coniugi, si riflette sui figli attraverso:

– problemi di comportamento;

– basso rendimento scolastico;

– scarsa autostima;

– somatizzazione.

Questo accade perché spesso i genitori sottovalutano la capacità dei figli di comprendere sentimenti e relazioni.

Nei casi in cui la conflittualità è molto alta, vengono a crearsi delle alleanze, un meccanismo diffuso anche nelle famiglie intatte.

L’alleanza, nella maggior parte dei casi, avviene con il genitore percepito come più fragile: il figlio rende propri il dolore e la rabbia del caregiver, esordendo comportamenti oppositivi verso l’altro genitore.

Secondo gli esperti queste alleanze non fanno altro che rispecchiare quello che viene chiamato Conflitto di lealtà.

La mediazione familiare come aiuta a separarsi tutelando i figli?

Molti studi hanno dimostrato che se i genitori affrontano la separazione cooperando, riuscendo a mantenere un ruolo genitoriale congiunto, l’adattamento dei figli risulterà più facilitato.

La mediazione familiare in questo caso si propone di:

  • mettere in luce gli aspetti positivi;
  • ridurre la conflittualità aumentando la cooperazione;
  • aiutare la coppia a valutare se consultare o coinvolgere i figli nel percorso di mediazione, al fine di tenere in considerazione il loro punto di vista, i loro sentimenti, senza caricarli della responsabilità decisionale;
  • aiutare la coppia ad elaborare nuovi progetti genitoriali;
  • riconoscere l’altro come un buon interlocutore.

Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci.

Raffaella Cerciello
Sociologa- Mediatrice familiare – Educatore professionale

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *