Attività

Le attività dello studio

La mediazione civile permette al cittadino e alle imprese di raggiungere accordi in tempi rapidi e a costi contenuti. Gli accordi raggiunti nell’ambito delle materie obbligatorie, in cui la mediazione civile costituisce condizione di procedibilità, hanno valore di titolo esecutivo.

La mediazione familiare. La mediazione familiare riattiva il dialogo tra le parti ed è un utile strumento per gestire la conflittualità di coppia o quella in famiglia genitore figlio. Consente di raggiungere accordi di separazione duraturi nel tempo in quanto frutto di decisioni eque condivise, non delegate a terzi. È un procedimento più veloce di quello giudiziario e può disciplinare tutti gli aspetti della futura vita della famiglia, assegni di mantenimento, turni di cura dei figli e qualsiasi altro aspetto ritenuto rilevante.

La mediazione tra pari. “Invece di Giudicare” è un progetto che ha l’obiettivo di diffondere la cultura della mediazione formando giovani adolescenti come mediatori tra pari. La mediazione tra pari è un processo strutturato in cui uno studente neutrale ed imparziale assiste due o più studenti nel negoziare una risoluzione al conflitto che stanno vivendo.

Il counseling è una relazione d’aiuto che intercorre tra due persone, in cui una si rivolge all’altra per cercare di rispondere ad un bisogno specifico, relativo all’ambito familiare, ai rapporti affettivi, agli ambiti lavorativi e di autorealizzazione. Una separazione coniugale, un lutto in famiglia e la contestuale successione ereditaria o una qualsiasi controversia giudiziaria costituiscono un passaggio difficile della propria vita. Affidarsi ad un counselor significa superare questa fase senza sentirsi soli. Il counselor sostiene il cliente nel processo di consapevolezza per una maggiore autonomia rispetto alle scelte di vita.

La consulenza legale. Chi, convenuto in un processo o per agire in giudizio, si rivolge ad un avvocato perché teme di subire un danno ingiusto, spesso vive una condizione di ansia. Affrontare un contenzioso in tribunale non è mai un’esperienza facile, perché le parti non hanno più il controllo di alcuni aspetti della propria vita, interviene un terzo a decidere per loro: il giudice. Rivolgersi ad un avvocato significa affidare ad un professionista non solo la tutela dei propri diritti ma anche le proprie preoccupazioni e la propria serenità.